Annunciati i nomi dei vincitori del Premio Internazionale Spotorno Nuovo Giornalismo 2015: sono Monica Maggioni per la sezione #sbarbaro e Michele Masneri per #primizie

08 Luglio 2015
Si sono conclusi i lavori della giuria, presieduta anche quest’anno da Gianni Riotta, della terza edizione del Premio Internazionale Spotorno Nuovo Giornalismo, che ha reso noti i nomi dei due riconoscimenti 2015:

 

  • il premio #sbarbaro 2015 – per il giornalismo “senza confini” che volge il proprio sguardo all’internazionalizzazione, nel confronto e nell’attenzione per l’Europa e per il mondo – è stato assegnato a Monica Maggioni, direttrice di Rainews.it e RaiNews24, autrice di "Terrore mediatico", Editori Laterza
  • il premio #primizie 2015 – per il giornalismo che innova, nelle forme, negli strumenti e nel linguaggio, non orientandosi per forza ai nuovi mezzi di comunicazione (web e social network), ma dando una impostazione “altra” all’informazione tradizionale – va a Michele Masneri, editor-at-large di Rivista Studio, collaboratore de Il Foglio e di IL - Intelligence in lifestyle, magazine de Il Sole 24 Ore, autore di "Addio, Monti", minimum fax editore

I due premiati, insieme a numerosi altri esponenti di primo piano del mondo della comunicazione, saranno ospiti della “tre giorni” dedicata all’approfondimento e alla riflessione sui percorsi e sui linguaggi del giornalismo che si terrà a Spotorno dal 18 al 20 settembre e saranno al centro di due esclusive interviste aperte al pubblico sul palco allestito in Piazza della Vittoria:

  • venerdì 18, alle 18.30,  Luca Sofri, direttore de Il Post, incontrerà Michele Masneri, vincitore di #primizie 2015
  • sabato 19, alle 20.30, il Presidente di Giuria Gianni Riotta condurrà l’incontro con Monica Maggioni, vincitrice di #sbarbaro 2015

La premiazione ufficiale, che costituirà l’appuntamento finale di un percorso di tre giorni con confronti e dibattiti su “I piaceri dell’informazione”, grandi interviste e momenti di musica, avverrà domenica 20 settembre alle ore 11.00 presso la Sala Convegni Palace.

Il Premio è patrocinato dall’Ordine dei Giornalisti Liguria.

LA GIURIA

La giuria del Premio Internazionale Spotorno Nuovo Giornalismo è composta da giornalisti di primo piano dei media tradizionali e multimediali italiani e esteri, che saranno presenti a Spotorno nei tre giorni dell’evento per approfondire temi e confrontarsi con gli altri ospiti e il pubblico durante i Beach Camp. Questi i membri della giuria 2015:

Gianni Riotta, PRESIDENTE

Insegna Digital Humanities alla Princeton University e alla Luiss di Roma, svolgendo ricerche sui Big Data per IMT Lucca. Columnist per La Stampa, Foreign Affairs e Foreign Policy, è membro del Council on Foreign Relations. Conduce sul canale Rai Storia il programma Eco della Storia. Ha lavorato anche per TG1, Corriere della Sera e Il Sole 24 Ore.

Marco Bardazzi – Direzione Comunicazione Esterna e Executive Vice President di ENI

Stefano Bartezzaghi - Docente di Semiotica e Teorie della creatività all’Università IULM di Milano, giornalista e saggista

Annalena Benini – Giornalista de Il Foglio

Stefania Carini - Critico televisivo di Europa, collabora con Il Corriere della Sera ed è autrice di Mainstream (Rai 4)

Annalisa Cuzzocrea - Notista politica de La Repubblica

Serena Danna - Giornalista del Corriere della Sera

Giuseppe De Bellis - Vicedirettore de Il Giornale e direttore di Undici

Fabrizio Forquet - Vicedirettore de Il Sole 24 Ore

Francesco Gaeta - Vicedirettore esecutivo di Famiglia Cristiana e del sito Famigliacristiana.it

Pietro Galeotti - Autore di Che tempo che fa, RaiTre

Ferdinando Giugliano - Giornalista e editorialista economico del Financial Times

Mariarosa Mancuso - Critico Radio Svizzera, Corriere della Sera, Il Foglio

Felice Rossello - Autore tv, docente dell’Università degli Studi di Genova

Alessandra Sardoni - Giornalista del TG de La7, conduttrice di Omnibus e presidente dell’Associazione stampa parlamentare

Federico Sarica - Direttore di Rivista Studio

Luca Sofri - Direttore de Il Post

Antonio Troiano - Responsabile La Lettura – Corriere della Sera

 

Premio Internazionale Spotorno Nuovo Giornalismo – La storia

L’evento, fortemente voluto dal Comune di Spotorno,  Assessorato al Turismo, si pone in stretta continuità con il premio storico, nato nel borgo rivierasco alla fine degli anni 70. Pioniere fra i comuni italiani, infatti, Spotorno istituì a partire dal 1978 un premio giornalistico annuale che ottenne, nel giro di poche edizioni, una risonanza nazionale. Nel borgo ligure, tra il 1978 e il 1987, furono premiati, tra gli altri, Sergio Zavoli e Miriam Mafai, Carlo Casalegno (alla memoria), Arrigo Levi, Peter Nichols (The Times), Enzo Biagi ed Egisto Corradi.

Dopo una lunga pausa, l’Assessore al Turismo, Franco Riccobene, attento a perseguire una politica turistica e culturale di livello, nel 2013 ha voluto riproporre una rinnovata edizione del Premio.

Una sfida non semplice che, proprio per questo, è stata affidata a professionisti del settore, in grado di garantire, in nome della continuità con il passato, una rilettura moderna, a partire dai più recenti mutamenti che hanno coinvolto il linguaggio della comunicazione.

A battezzare questa rilettura dell’evento è stato un protagonista d’eccezione del mondo del giornalismo: Gianni Riotta, che sin da subito ha creduto nel progetto, accettando non soltanto di presiedere la giuria, ma anche di imprimere nuovi contenuti che si colleghino al taglio internazionale e innovativo del giornalismo contemporaneo e dunque del Premio.

In stretto contatto con Riotta ha operato il curatore del Premio, Daniele Bellasio, giornalista, blogger e caporedattore de Il Sole 24 ore,  conduttore di Radiotube su Radio 24 e già condirettore del mensile IL e vicedirettore esecutivo del quotidiano Il Foglio. Accanto a lui Samanta Chiodini, autore televisivo.

Nel 2014 il Premio entra a far parte dei Grandi Eventi della Regione Liguria e nel 2015 ottiene il Patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti Liguria.