Il programma e gli ospiti della “tre giorni” dedicata all’approfondimento e alla riflessione sui percorsi e sui linguaggi del nuovo giornalismo

31 Luglio 2015
Dopo il successo e la grande partecipazione di pubblico nel 2014, con oltre 2000 presenze, cresce l’attesa per la nuova edizione del Premio Internazionale Spotorno Nuovo Giornalismo, che prenderà il via venerdì 18 settembre e si articolerà su tre giornate, sino a domenica 20, con l’assegnazione dei premi #sbarbaro a Monica Maggioni e #primizie a Michele Masneri.

 

L’evento, fortemente voluto dal Comune di Spotorno, Assessorato al Turismo, insieme all’Associazione Turistica Pro Loco di Spotorno, sotto il patrocinio della Provincia di Savona e dell’Ordine dei Giornalisti Liguria, con il contributo della Regione Liguria, della Fondazione De Mari – Cassa di Risparmio di Savona e della Camera di Commercio di Savona, vanta anche quest’anno il sostegno di prestigiosi sponsor, quali Assicurazioni Generali ed Eni, e vedrà la partecipazione di oltre 60 ospiti, tra firme, volti e voci di primo piano della carta stampata, della televisione, della radio e del web.

Un lungo weekend ricco di appuntamenti, che ancora una volta trasformeranno Spotorno in un centro di dibattito e incontri sui nuovi linguaggi e il futuro dell’informazione, dove il pubblico sarà da quest’anno ancora di più parte attiva dell’evento. Tra le principali novità di questa edizione, infatti, al termine dei Beach Camp di venerdì e sabato il pubblico presente, insieme ai giornalisti ospiti, potrà prendere parte alla votazione delle TED, scegliendo l’intervento che più gli è piaciuto.

Altri due nuovi momenti, che andranno ad arricchire ulteriormente il programma del Premio, sono domenica 20, prima della cerimonia di premiazione, la rassegna stampa di Paola Peduzzi, responsabile Esteri de Il Foglio, e Ferdinando Giugliano, giornalista ed editorialista economico del Financial Times, e “The Breakfast Talk - Il piacere del mattino”, un’ultima chiacchierata con i giornalisti ospiti a Spotorno, sfogliando le ultime edizioni di giornali e riviste.

Nei pomeriggi di venerdì 18 e sabato 19 l’appuntamento sarà presso il Molo Sirio, uno degli scorci più pittoreschi di Spotorno, per i Beach Camp, che saranno articolati in due momenti: le TED, ovvero una serie di interventi in cui ogni relatore svilupperà secondo il proprio punto di vista il tema di questa edizione, “E’ la stampa bellezza. I piaceri dell’informazione” e a seguire un momento di confronto con gli altri giornalisti ospiti, in cui anche il pubblico potrà intervenire con le proprie riflessioni e domande.

Relatori delle TED di venerdì 18 saranno il giornalista e reporter di guerra Fausto Biloslavo, il cantautore Omar Pedrini, Alessandra Sardoni, conduttrice di Omnibus su La7, e Federico Taddia, giornalista, autore e conduttore radiofonico e televisivo. Sabato 19 saranno protagonisti con i loro interventi Gianluca Briguglia, maître de conférences in Filosofia all'Università di Strasburgo, scrittore e blogger, Mattia Feltri, inviato de La Stampa, Stefano Bartezzaghi, docente di Semiotica e Teorie della Creatività alla IULM, giornalista e saggista, Francesco Cataluccio, scrittore e storico, e il giornalista e presidente di giuria Gianni Riotta.

I talk conclusivi, saranno condotti da Marianna Aprile, giornalista di Oggi, e da Alessio Viola, conduttore di Sky TG24.

Venerdì 18 al termine del dibattito, Luca Sofri, direttore de Il Post, parlerà con Michele Masneri, vincitore di #primizie2015.  

Gli appuntamenti serali regaleranno anche quest’anno momenti di spettacolo, cultura e grande musica. Venerdì 18, alle ore 20.30, sul palco di Piazza della Vittoria si terrà il dibattito tra il conduttore di Ballarò Massimo Giannini e il politico e scrittore Edoardo Nesi, vincitore del Premio Strega 2011. Moderatore dell’incontro sarà il giornalista e curatore del premio Daniele Bellasio. A seguire, alle ore 22.00, lo spettacolo “Parole e Musica” con Niccolò Fabi intervistato  dal conduttore radiofonico Massimo Cotto

Sabato 20 alle ore 20.30 Gianni Riotta introdurrà e incontrerà sul palco di Piazza della Vittoria Monica Maggioni, vincitrice di #sbarbaro2015. Seguirà alle ore 22.00 lo spettacolo “Parole e Musica” con Shel Shapiro intervistato da Enrico De Angelis, giornalista e direttore artistico del Club Tenco.

Domenica 20 alle ore 11,30 presso la Sala Congressi Palace verranno conferiti i premi #sbarbaro e #primizie 2015 a Monica Maggioni, direttrice di Rainews.it e RaiNews24, e Michele Masneri, editor-at-large di Rivista Studio, collaboratore de Il Foglio e di IL - Intelligence in lifestyle, magazine de Il Sole 24 Ore.

Al termine della premiazione, Alessandro Parodi, blogger de L’Huffington Post, presenterà @subitostream, il primo esperimento in Italia di aggregatore di contenuti Periscope, realizzato grazie al contributo di Eni.

Inoltre, venerdì 18 alle ore 10.30 presso la Sala Congressi Palace, Daniele Bellasio, il Prof. Felice Rossello, docente della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Genova, e Federico Taddia, incontreranno gli studenti delle scuole dell’Istituto Comprensivo di Spotorno per una lezione sul giornalismo e i nuovi media radio-televisivi.  

Sabato 20 alle ore 10.30 presso il Parco del Monticello si svolgerà il quadrangolare Spotornesi vs Spotornauti, ovvero i giornalisti intervenuti al Premio.

Tutti gli appuntamenti sono aperti al pubblico.

Il Premio Internazionale Spotorno Nuovo Giornalismo 2015 è sponsorizzato da Assicurazioni Generali, Eni e Sismic Sistemi. Sono partner dell’evento 1701 Franciacorta, Azienda Vitivinicola Braida e Frantoio Sant’Agata d’Oneglia.

 

Premio Internazionale Spotorno Nuovo Giornalismo – La storia

L’evento, fortemente voluto dal Comune di Spotorno,  Assessorato al Turismo, si pone in stretta continuità con il premio storico, nato nel borgo rivierasco alla fine degli anni 70. Pioniere fra i comuni italiani, infatti, Spotorno istituì a partire dal 1978 un premio giornalistico annuale che ottenne, nel giro di poche edizioni, una risonanza nazionale. Nel borgo ligure, tra il 1978 e il 1987, furono premiati, tra gli altri, Sergio Zavoli e Miriam Mafai, Carlo Casalegno (alla memoria), Arrigo Levi, Peter Nichols (The Times), Enzo Biagi ed Egisto Corradi.

Dopo una lunga pausa, l’Assessore al Turismo, Franco Riccobene, attento a perseguire una politica turistica e culturale di livello, nel 2013 ha voluto riproporre una rinnovata edizione del Premio.

Una sfida non semplice che, proprio per questo, è stata affidata a professionisti del settore, in grado di garantire, in nome della continuità con il passato, una rilettura moderna, a partire dai più recenti mutamenti che hanno coinvolto il linguaggio della comunicazione.

A battezzare questa rilettura dell’evento è stato un protagonista d’eccezione del mondo del giornalismo: Gianni Riotta, che sin da subito ha creduto nel progetto, accettando non soltanto di presiedere la giuria, ma anche di imprimere nuovi contenuti che si colleghino al taglio internazionale e innovativo del giornalismo contemporaneo e dunque del Premio.

In stretto contatto con Riotta ha operato il curatore del Premio, Daniele Bellasio, giornalista, blogger e caporedattore de Il Sole 24 ore,  conduttore di Radiotube su Radio 24 e già condirettore del mensile IL e vicedirettore esecutivo del quotidiano Il Foglio. Accanto a lui Samanta Chiodini, autore televisivo.

Nel 2014 il Premio entra a far parte dei Grandi Eventi della Regione Liguria e nel 2015 ottiene il Patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti Liguria.